Tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi - ECOTASSA

Il Tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi (cd. ECOTASSA), introdotta con la legge finanziaria del 1996 (L. 28/12/95 n.549), ha l'obiettivo di favorire la minore produzione di rifiuti e il loro recupero. Si applica in presenza di conferimento in discarica dei rifiuti provenienti da attività di bonifica e smaltimento.

 

Chi la paga

I gestori di impianti di stoccaggio definitivo di rifiuti, con obbligo di rivalsa nei confronti di colui che effettua il conferimento;
I gestori di impianti di incenerimento, comunque denominati, senza recupero di energia;
Chiunque esercita illecitamente attività di discarica abusiva;
Chiunque abbandona, scarica ed effettua deposito incontrollato di rifiuti.

 

Quando si paga

Trimestralmente, entro la fine del mese successivo alla scadenza del trimestre solare nel quale sono state compiute le operazioni di deposito.

 

Come si paga

Mediante bonifico (codice iban per bonifico: IT–94–M–07601–04000–001000513513) oppure tramite bollettino di conto corrente postale n° 1000513513 intestato a: Regione Puglia -  ECOTASSA - SERVIZIO TESORERIA - indicando la causale del versamento: "Tributo speciale in discarica" (art. 4 L. R. 22 gennaio 1997 n. 5).
 

Cosa finanzia

Il tributo è dovuto alle regioni ma una quota del 10 per cento di esso spetta alle province, in funzione dell'ubicazione delle discariche nel territorio di ciascuna di esse. Il 20 per cento del gettito derivante dall'applicazione del tributo, al netto della quota spettante alle province, affluisce in un apposito fondo della regione destinato a favorire la minore produzione di rifiuti; le attività di recupero di materie prime e di energia, con priorità per i soggetti che realizzano sistemi di smaltimento alternativi alle discariche; la bonifica dei suoli inquinati, ivi comprese le aree industriali dismesse; il recupero delle aree degradate per l'avvio e il finanziamento delle agenzie regionali per l'ambiente; l'istituzione e la manutenzione delle aree naturali protette.

 

Riferimento ufficio

Dr. Paolo Vacca
tel. 080 5404508


Approfondimenti