Tassa automobilistica regionale - Bollo auto

La tassa automobilistica regionale – bollo auto, è un tributo demandato alle Regioni a statuto ordinario " a decorrere dal 1° gennaio 1999" ai sensi della legge 27 dicembre 1997, n° 449 (Legge Finanziaria 1998), art. 17 comma 10. La legge n. 53/1983 costituisce il Testo Unico delle Leggi sulle Tasse automobilistiche e la Regione Puglia, con propria legge n° 25 del 04.12.2003, ha disciplinato particolari aspetti della tassa automobilistica regionale, con espresso riferimento alla esenzione per disabili (art. 1), massa rimorchiabile (art. 2), perdita di possesso (art. 3), sospensione per i concessionari d'auto (art. 4), veicoli storici (art. 5) ed esenzione per ambulanze e mezzi di soccorso (art. 6).

 

Chi la paga

Ai sensi dell'art. 5 comma 32 della L. 53/83, sono tenuti al pagamento della tassa automobilistica regionale di proprietà: i proprietari, gli usufruttuari o gli intestatari della carta di circolazione del veicolo iscritto al PRA.

 

Quando si paga

In generale, la tassa è dovuta entro l'ultimo giorno del mese successivo alla scadenza della tassa automobilistica precedente (bollo auto precedente). Nello specifico, si rimanda alla pagina di approfondimento che contempla le diverse casistiche.

 

Come si paga

È possibile effettuare il versamento del tributo Tassa Automobilistica Regionale tramite

  1. uffici postali - con bollettino di conto corrente postale n° 3707 (IBAN IT 96 H 07601 04000 000000003707) intestato a: REGIONE PUGLIA – TASSE AUTOMOBILISTICHE – indicando nella causale la Targa del veicolo e la scadenza del tributo
  2. tabaccai - indicando la scadenza del bollo
  3. agenzie di pratiche auto
  4. delegazioni ACI
 

Cosa finanzia

Il gettito tributario è una delle principali entrate dirette del Bilancio della Regione Puglia a sostegno di svariati capitoli di spesa

 

Riferimento ufficio

Dr. Angelo Disanto
tel. 080 5407688


Approfondimenti